VICENZA

Vicenza si tinge dei colori natalizi e chiude in bellezza, la ripresa di Quattrozampeinfiera con un boom di visitatori.

Due giorni di costante affluenza di pubblico hanno caratterizzato la quinta edizione veneta, che per la prima volta si è tenuta a Vicenza.

Oltre 19.500 visitatori, accompagnati dai loro fedeli amici, hanno preso parte da tutto il Nord Italia, a questa Christmas Edition Quattrozampeinfiera. Numerosi sono i complimenti lasciati proprio da loro sui social della Fiera che seguono da anni con tanto entusiasmo.

I visitatori non solo hanno potuto visitare gli stand degli espositori presenti, provare i prodotti proposti e fare acquisti per i propri pet ma partecipare anche alle numerose attività per scoprire le attitudini del proprio cane o gatto imparando a conoscerlo meglio e assecondando le sue inclinazioni naturali.

Imperdibili come sempre, l’area piscina, l’area macerie e il trappeto green per esibizioni e lezioni di tuffi, ricerca olfattiva e comportamento, agility, etc nei campi promossi da Natural Trainer.

Persino i gatti dei visitatori hanno potuto trovare un’area interamente dedicata a loro, la Cat Agility by Erba più. Uno spazio interamente recintato in cui poter far giocare e rilassare i loro gattini in totale sicurezza.

Nella manifestazione ha fatto ingresso per la prima volta, anche il Vicenza Cat Show by Monge.

Due giorni di sfide tra i migliori esemplari di gatti provenienti da tutto il mondo.

Mentre nella Dog Winner by Farmina, oltre 300 i soggetti che si sono sfidati per aggiudicarsi il Best in Show sul Red Carpet.

Da sempre Quattrozampeinfiera cerca di fare formazione e dare informazione a chi ha già o intende introdurre un cane o un gatto nel proprio nucleo familiare.

Non sono mancati i momenti fashion nella Pêt-à-porter Quattrozampeinfiera, numerose le sfilate di moda su una vera e propria passerella per scegliere il cappottino o l’accessorio più fashion delle collezioni Fall-Winter 2021.

Quattrozampeinfiera ha proposto anche temi sociali grazie alla presenza di Cuore di Husky, con il progetto Husky Rescued, basato sulla serie televisiva de “Il Trono di Spade” che ha incentivato l’acquisto ma anche l’abbandono di lupoidi, come husky e lupi cecoslovacchi.
Si sono quindi radunati gli oltre trenta adottanti che hanno dato ad alcuni di loro una seconda chance indossando propri i panni di quella serie per sensibilizzare le persone e per esaltare le peculiarità di queste razze nordiche. Il cane e la razza, non sono una moda.