Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Seguici su Instagram Seguici su Google+

 

 

Osservatorio qzf

OsservatorioQZF 08-15

NASCE L’OSSERVATORIO QUATTROZAMPEINFIERA:
ECCO I RISULTATI DELLA PRIMA INDAGINE
L’Osservatorio è stato ideato da Tema Fiere per analizzare
le esigenze e i comportamenti d’acquisto dei proprietari
di cani e gatti in Italia


Nova Milanese, 4 agosto 2015 – Forte del successo delle passate edizioni di Quattrozampeinfiera, manifestazione dedicata al mondo PET tenutesi a Milano e Napoli, Tema Fiere ha deciso di lanciare una nuova interessante iniziativa: l’Osservatorio Quattrozampeinfiera, che attraverso le sue indagini andrà ad approfondire comportamenti d’acquisto e necessità di proprietari di cani e gatti, cercando di far emergere le diverse esigenze e facilitando l’incontro tra domande e offerta.


Dalla sua prima edizione nel 2012, Quattrozampeinfiera ha raccolto oltre 49.000 visitatori ed è cresciuta costantemente grazie alla sua formula vincente, ovvero quella di essere una manifestazione dove cani e gatti insieme ai loro padroni possono divertirsi e interagire con tante attività create per loro sotto la guida di esperti di settore.


Naturale quindi l’idea di creare un Osservatorio proprio per andare a fotografare preferenze, abitudini e comportamenti degli italiani proprietari di cani e gatti e discutere i dati emersi con esperti e aziende del settore.


Da questa prima indagine dell’Osservatorio Quattrozampeinfiera a cui hanno risposto 300 dei visitatori delle precedenti edizioni della fiera sia di Milano che di Napoli, risultano in comune diversi comportamenti, ad esempio “Amici e conoscenti” con il 47,47% sono ancora gli intermediari privilegiati per conoscere il proprio amico a quattrozampe. Solo il 28,28% si reca in un allevamento, seguiti da coloro che si sono rivolti ad un canile/gattile o un negozio di animali in misura decisamente minore.

Colpisce invece il dato sull’educazione del proprio amico a quattrozampe, visto che ben il 46,10% dichiara di avere reperito su internet e su riviste specializzate le informazioni per educarlo mentre solo il 29, 83% si è rivolto ad un istruttore o un esperto del settore.


Il veterinario poi, rispettivamente con il 97,99% e 67,68%, resta il punto di riferimento privilegiato sia per quanto riguarda i problemi di salute sia per quanto riguarda i consigli in materia di alimentazione.


In generale poi gli italiani risultano molto attenti a fare prevenzione (soprattutto dai parassiti) e a far controllare i propri amici a quattrozampe durante l’anno: ben il 64,55% dichiara infatti di effettuare più di 2 controlli l’anno e la percentuale sale addirittura al 96,33% quando si parla di prevenzione dai parassiti con prodotti specifici.


In generale poi gli acquisti per il proprio amico a quattrozampe sono per lo più effettuati nei negozi specializzati (con il 78%), con una maggior propensione per gli acquisti online al nord, con un 14,77% dei dichiaranti da Milano contro il 9,93% dei rispondenti da Napoli.


In tema di attenzioni e cure, più del 40% dichiara di non recarsi mai dal toelettatore e per contro un 18,67% dichiara di recarsi piuù di 5 volte l’anno.


Infine in caso di necessità, amici e parenti sono ancora la soluzione per la maggior parte dei partecipanti (con il 61,02%) quando sono costretti a lasciare il proprio amico a quattrozampe mentre il 26,78% dichiara di lasciarlo a casa da solo. Seguono solo con percentuali molto minori, la ricercan di una pensione o di un dogsitter/casitter, rispettivamente per un 8,14% e 4,07% dei partecipanti.


“In generale, dalla nostra prima indagine emerge un profilo degli italiani proprietari di animali a quattrozampe attenti alle esigenze del proprio pet, alla ricerca di prodotti e servizi specifici, dove il veterinario rimane ancora una figura molto importante”, dichiara Alessandra Aspesi di Tema Fiere. “Ci hanno incuriosito molto anche alcune risposte sulla domanda cosa mancasse ancora in Italia per  migliorare la cura del proprio pet. A parte l’esigenze di avere piu’ aree verdi per loro, ospedali e pronto soccorso veterinari pubblici, alcuni sentono addirittura la mancanza di un dog social network, di trasportini adatti al supermercato per il proprio pet, di ricette per i loro pasti e di siti che informino dove divertirsi insieme. Questo ultimo commento ci ha colpito molto, perchè anche noi dall’inizio della nostra manifestazione abbiamo avvertito con sempre maggior chiarezza, questa voglia sempre più diffusa di trovare luoghi e manifestazioni dove ci posso divertire “a sei zampe”. Il proprio pet è sempre più un amico ed un componente importante della propria vita con cui si ha voglia di divertirsi. Ed è per questo che stiamo arricchendo il programma del nostro prossimo appuntamento che si terrà a Milano il 3 e 4 ottobre con tante attività ed esperienze in cui coinvolgere il padrone con il proprio pet!”, conclude Aspesi.


Per ricevere la versione integrale dei risultati dell’indagine è possibile contattare:
Daniela Fabietti all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Ulteriori informazioni utili per i lettori

L’ingresso alla fiera è a pagamento, biglietto intero a €10, biglietto online €6, buono sconto dal sito www.quattrozampeinfiera.it € 7.

Ingresso gratuito per i bambini da 0 a 10 anni, cani e gatti.
Per info:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Tel0362 334242 - www.quattrozampeinfiera.it

Ufficio Stampa
GIORNALISMO E COMUNICAZIONE
Daniela Fabietti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Cell. 335 1979415

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al suo funzionamento e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutto o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.